Fondo Dilettanti – Regolamento Applicativo

 REGOLAMENTO AMMISSIONE DEI SOCI ORDINARI ED EROGAZIONE SUSSIDI

  

Art. 1 – Ammissione dei soci

1.1 Ammissione dei soci

Possono chiedere l’ammissione, quali soci ordinari, alla Società di Mutuo Soccorso di Sostegno ai Giocatori dilettanti tutti i giocatori o ex giocatori di pallacanestro iscritti alla GIBA (Giocatori Italiani Basket Associati) che abbiano compiuto al momento della presentazione domanda di ammissione gli anni diciotto ed abbiano i requisiti di cui all’art. 4 dello Statuto Sociale.

 

1.2 Domanda e quota di ammissione

Per l’ammissione alla Società l’aspirante Socio dovrà:

a) sottoscrivere la domanda di ammissione redatta su apposito modulo predisposto dalla società;

b) rispettare l’impegno a pagare, contestualmente all’accettazione della domanda di ammissione,  la quota di ammissione una tantum  nonché  corrispondere i contributi associativi nella misura stabilita dal Consiglio di amministrazione.

1.3 Libro dei soci

Il Consiglio di amministrazione, una volta accettata la domanda di ammissione, provvederà ad iscrivere il nominativo del nuovo Socio, all’interno del libro dei Soci relativo,  dandone conferma scritta all’interessato a mezzo raccomndata a/r o tramite l’indirizzo di posta elettronica comunicato nella domanda di adesione.  Se il Cda non dovesse accettare, per qualsiasi motivo, la domanda di ammissione comunicherà all’aspirante Socio, entro 30 giorni dalla deliberazione consigliare di rigetto, le motivazioni della mancata accettazione a mezzo e-mail comunicata nella domanda di adesione  o lettera raccomandata a/r. L’aspirante Socio potrà comunque riproporre una nuova domanda di ammissione solo dopo aver rimosso i motivi della mancata accettazione.

1.4  Conoscenza dello Statuto e dell’atto costitutivo. Decorrenza della data d’iscrizione e del diritto ai sussidi . Permanenza dello status di socio.

Il Socio deve attenersi scrupolosamente a tutte le norme e prescrizioni contenute nello Statuto Sociale e nei Regolamenti applicativi, comprensivi degli eventuali  regolamenti aggiuntivi allegati, da ritenersi parte essenziale dello stesso, nonché a tutte le delibere regolarmente assunte dagli organi statutari.

All’atto della domanda di ammissione, l’aspirante Socio si impegna a prendere conoscenza delle norme contenute nello Statuto Sociale, nei Regolamenti applicativi, comprensivi degli eventuali  regolamenti aggiuntivi allegati pubblicati  in apposita sezione del sito www.giba.it.

La data d’iscrizione alla società decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale è  stata deliberata l’ammissione.

Il socio ordinario ammesso alla Società ha diritto a richiedere l’erogazione dei sussidi di cui agli articoli seguenti dal primo giorno del mese successivo a quello in cui ha corrisposto il primo contributo associativo, fatto salvo quanto previsto dal successivo art. 4.4.

La permanenza in qualità di socio viene tacitamente rinnovata di anno solare in anno solare ove non intervenga revoca per iscritto del socio o richiesta di sussidio da formalizzarsi, pena la sua inefficacia e/o invalidità, a mezzo raccomandata a/r, inviata presso la sede della Società.

 

1.5 Recesso ed Esclusione del socio

Il socio receduto o escluso per gravissimi motivi, quali illeciti non colposi nei confronti della società stessa non ha diritto alla restituzione di alcun fondo sociale. Il socio receduto ai sensi dell’art. 4.4. dello Statuto ha comunque diritto ai sussidi spettanti maturati anteriormente alla comunicazione di recesso.

1.6 Morte del socio

In caso di morte del socio i sussidi eventualmente maturati verranno liquidati agli eredi legittimi nelle misure e nelle forme previste dal Codice civile.

In caso di successione testamentaria, i sussidi verranno liquidati agli eventuali beneficiari indicati dal socio in vita, secondo le disposizioni del Codice Civile in materia.

Gli eredi legittimi e/o beneficiari ai quali andranno liquidati i sussidi potranno delegare, con procura autenticata da un notaio o altra autorità competente, uno solo di loro a riscuotere l’intera somma. Tale pagamento avrà effetto liberatorio ai sensi di legge nei confronti di tutti gli eredi legittimi e/o beneficiari.

 

Art. 2 – Aventi diritto

2.1 Definizione aventi diritto

Sono aventi diritto del socio tutti i familiari riportati nello stato di famiglia consegnato dal socio all’atto di iscrizione o da un atto sostitutivo di notorietà da allegare alla domanda di ammissione, fermo restando l’obbligo dell’iscritto di comunicare eventuali variazioni della composizione.

2.2 Estinzione del rapporto con il socio e subentro degli aventi diritto

Il rapporto tra la Società e gli aventi diritto si estingue a tutti gli effetti con il decesso del socio, con il suo recesso ovvero con l’esclusione o la decadenza da tale qualifica.

 

Art. 3 – Contributi associativi

3.1 Contributi Associativi

Con la sottoscrizione della domanda di ammissione il socio si impegna a versare, anche tramite delegazione di pagamento, il contributo annuo previsto in un’unica soluzione o in più rate, secondo le disposizioni del Consiglio di Amministrazione.

I contributi associativi sono così determinati:

1 Silver euro 890,00 under 21

2 silver euro 1.490,00 over 21

3  silver  euro 2.990,00 over 21

1 Gold euro 1490,00 under 21

2. Gold euro 2.990,00 over 21

La misura dei contributi è stabilita in quote fisse, a seconda del campionato dilettantistico nel quale il socio è impegnato. Di tale contributo 1/3 sarà a carico del giocatore e 2/3 a carico del club con il quale il giocatore svolge la propria attività di sportivo dilettante. In caso di mancato versamento del contributo da parte del club, anche a seguito di delegazione di pagamento, la società potrà intervenire con assistenza legale a sostegno del socio per il recupero delle somme non versate.

A ciascun socio,  con cadenza annuale, verrà inviato un prospetto avente valore meramente indicativo dei contributi associativi  corrisposti  che verranno utilizzati al fine dell’erogazione dei sussidi spettanti ai soci di cui gli articoli seguenti.

3.2 Valori delle prestazioni erogate

Alla fine di ogni anno sociale, in base alle risultanze di bilancio e all’andamento complessivo delle erogazioni per sussidi ai soci, il Consiglio di Amministrazione della  società potrà apportare variazioni alle condizioni previste nel presente regolamento. Le variazioni potranno riguardare sia l’importo del sussidio che le condizioni di accesso al medesimo da parte dei Soci. Dette variazioni saranno attuate con l’inizio dell’esercizio successivo.

3.3 Pagamento dei contributi associativi

Il pagamento dei contributi associativi può essere effettuato, anche con delegazione di pagamento, mediante bonifico bancario sulle coordinate comunicate dalla Società al socio al momento della presentazione della domanda di ammissione.

Al socio che ha terminato l’ attività sportiva agonistica in un campionato nazionale è garantita la permanenza gratuita nel fondo, anche se non iscritto alla Giba, fino alla richiesta di revoca per iscritto dello stesso o alla richiesta di sussidio.

 

3.4 Contributi volontari

Decorsi tre anni di contribuzione il socio può effettuare altri versamenti volontari, con somma stabilita in quota fissa.

 

3.5 Ritardo nel pagamento dei contributi associativi

La Società avvisa i soci di eventuali ritardi nel pagamento dei contributi associativi.

 

Art. 4 – Diritti e doveri del socio

4.1 Conoscenza dello Statuto e del Regolamento applicativo

Il socio deve attenersi scrupolosamente a tutte le norme e prescrizioni contenute nello Statuto sociale e nel suo Regolamento applicativo, comprensivo degli allegati da ritenersi essenziali anche se nel tempo subiranno modifiche, nonché a tutte le delibere regolarmente assunte dagli organi statutari.

 

4.2 Obbligo di notifica dati

Al fine di poter godere dei diritti ai sussidi ed ai servizi per i loro aventi diritti, i soci devono necessariamente notificare, all’atto dell’iscrizione,  il proprio stato di famiglia e la propria residenza.

Nel caso di variazione della consistenza familiare e/o della residenza dovrà prodursi, entro e non oltre 60 giorni, idonea certificazione attestante le variazioni intervenute.

La Società si riserva il diritto di poter richiedere, in ogni circostanza, la presentazione dello stato di famiglia anagrafico. Nel caso il socio non ottemperi all’obbligo di comunicazione dei dati sopra richiesti, la Società si intenderà esonerata da qualsiasi voglia responsabilità per il mancato recapito al socio di ogni comunicazione inerente il rapporto associativo.

 

4.3 Trattamento dei dati personali

Con la sottoscrizione della domanda di ammissione il socio, preso atto dell’informativa fornita dalla Società ai sensi del Dlgs. N. 196/2003 e ss. mm. ii. esprime il consenso al trattamento ed alla comunicazione dei dati personali,  sensibili e di quelli sanitari strettamente correlati con l’erogazione dei sussidi, il tutto secondo quanto riportato nell’informativa stessa.

 

4.4 Termini di presentazione della domanda di sussidio

Tutti i sussidi vengono erogati esclusivamente a seguito di domanda presentata dal Socio, familiari  e/o aventi diritto  interessato. Tale domanda dovrà pervenire alla Società, pena la decadenza dell’esercizio del relativo diritto, entro i termini previsti dal presente regolamento.

L’ erogazione del sussidio può avvenire previa richiesta da compilarsi utilizzando l’apposita modulistica predisposta dalla società e sottoscritta in originale dal socio, al compimento del trentacinquesimo anno di età e non oltre il compimento del cinquantesimo anno di età, ovvero al decorrere di sei mesi dalla cessazione dell’ attività sportiva, ovvero al decorrere di sei mesi dalla cessazione dell attività sportiva agonistica in un campionato nazionale, ovvero al decorrere di sei mesi dalla morte o dall’evento che dà origine al sussidio.

 

4.5.Termini di erogazione del sussidio                                                                 

L’ erogazione del sussidio avviene entro il 31 marzo di ciascun anno, previa approvazione da parte del Cda della società, per tutte le domande complete ed in regola pervenute entro il 31 gennaio del medesimo anno.

 

4.6 Erogazione dei sussidi per eventi relativi agli aventi diritto

Spettano al socio tutti i sussidi eventualmente maturati per eventi relativi agli aventi diritto di cui all’articolo 2.1 , anche in caso di morte dell’avente diritto.

L’erogazione è comunque subordinata al rispetto dei termini e modalità di presentazione della domanda di sussidio di cui all’articolo 4.4.

 

4.7 Documentazione richiesta per la domanda di sussidio

La Società stabilisce nel rispetto dello Statuto sociale e dei Regolamenti applicativi la documentazione necessaria da produrre a supporto di ciascuna domanda di sussidio. Il socio, con la domanda di ammissione, prende coscienza che la Società può richiedergli tutta la documentazione, anche antecedente la domanda di ammissione, che ritiene opportuna a conferma della validità del sussidio o servizio richiesto, con particolare riferimento ai sussidi di natura giudiziaria o finanziaria.

La mancata o incompleta presentazione della documentazione può comportare la decadenza dal diritto al sussidio, qualora la documentazione medesima non venga presentata entro 180 giorni dalla richiesta.

 

4.8 Modifiche deliberate dal Consiglio di amministrazione

Il Cda nei casi di particolare necessità può deliberare modifiche ai Regolamenti applicativi e ai suoi allegati, con l’obbligo di portare a ratifica tali modifiche alla prima riunione utile dell’Assemblea dei soci.

TITOLO II

Art. 5 – Sussidi

La società corrisponderà ai soci, familiari e/o aventi diritto, compatibilmente alle disponibilità finanziarie esistenti, i seguenti sussidi  al netto delle eventuali trattenute fiscali previste dalla legge:

  •     nel caso di decesso la società corrisponderà una somma massima pari al 100% dei contributi associativi versati ma non superiore al valore medio delle spese funerarie per un decesso determinato nella misura di cui all’art.  15 comma 1, lettera d), del testo unico delle imposte sui redditi;
  •   nel caso in cui il socio venga dichiarato dagli Enti preposti definitivamente inidoneo allo svolgimento dell’attività sportiva agonistica la società corrisponderà una somma massima pari al 100% dei contributi associativi versati;
  •    nel caso in cui il socio cessi volontariamente di svolgere attività sportiva agonistica la società corrisponderà una somma massima pari al 100% dei contributi associativi versati;
  •    nel caso in cui il socio, pur in costanza di svolgimento di attività sportiva agonistica, si trovi in situazione di comprovato disagio economico derivante dall’improvvisa perdita di fonti reddituali personali e familiari e in assenza di provvidenze pubbliche la società corrisponderà una somma massima pari al 100% dei contributi associativi versati.

 I sussidi non sono cumulabili e l’erogazione degli stessi può essere concessa, nel corso del rapporto associativo, una sola volta all’avente diritto e comporta l’ automatica esclusione dalla società del socio richiedente, salvo presentazione di nuova domanda di ammissione.

, Art. 6 – Contributo straordinario ed altri sussidi

Il Consiglio di amministrazione può deliberare l’erogazione di contributi straordinari ai soci colpiti da eventi di particolare gravità.

La delibera del Consiglio di Amministrazione è insindacabile.

Con specifici Regolamenti la società può prevedere l’erogazione di ulteriori sussidi nei casi  previsti dall’art. 3 dello Statuto  Sociale lett. a) e b)

Art.7 Composizione del Consiglio di Amministrazione

Il Cda della società è composto di un Presidente e di due membri, nominati dai soci anche su indicazione del Consiglio Direttivo della Giba. Il Cda può avvalersi di tecnici, consulenti e personale di segreteria nel corso delle riunioni dello stesso.

Art.8 Collegio dei revisori dei conti

Il collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri, nominati dai soci, su indicazione del Consiglio Direttivo della Giba, scelti tra gli iscritti agli organi professionali.

Art.9 Consiglio di Amministrazione e Revisori dei conti: durata, surroga, compenso

I Consiglieri ed i membri del Comitato di Sorveglianza durano in carica a tempo indeterminato salvo dimissioni o revoca da parte degli organi da cui promanano. Gli organi competenti a nominare i membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio dei revisori dei conti provvedono alla surroga di quelli cessati dalle loro funzioni per qualsiasi motivo durante la permanenza in carica; i membri così nominati decadono contemporaneamente agli altri membri in carica. Il Presidente resta in carica per quattro anni e la nomina del nuovo dovrà avvenire entro il 30/06 dell’anno successivo a quello nel quale si sono tenute le olimpiadi estive. Il Consiglio di Amministrazione può stabilire annualmente, sentito il parere del Collegio dei revisori dei conti, un compenso per i propri membri e per i membri del Comitato di Sorveglianza. Per il primo quadriennio le cariche saranno svolte a titolo gratuito.

 

Art.10 Forme di investimento

La società potrà investire le somme versate secondo le previsioni statutarie. Per i primi cinque anni di vita della società le somme saranno tenute in depositi presso istituti bancari o depositate in pronti contro termine garantiti da titoli di stato con scadenza non superiore a sei mesi. Tale previsione può essere modificata solo con apposita delibera assembleare.