PRONEXIBUS: L’ASSIST DI MARIO BONI PER CHI CERCA UNA SERIA OPPORTUNITÀ DI LAVORO.

Categories: News

La GIBA sta sviluppando una partnership con il Gruppo Fema, finalizzata al lancio sul mercato di un innovativo dispositivo medico portatile chiamato “Pronexibus”.
Della questione si sta occupando il vice presidente, Mario Boni, da anni attivo per la gestione del post carriera dei giocatori e nei progetti di “dual career”.
Di seguito il messaggio di Boni, diretto a persone interessate a un lavoro indipendente e soddisfacente dal punto di vista economico.
Per ogni informazione e chiarimento, Mario Boni e la Segreteria della GIBA sono a disposizione.
GIBA – Giocatori Italiani Basket Associati

Il PRONEXIBUS è un dispositivo medico portatile che lavora ad alte frequenze. Il prodotto è stato pensato per chi lavora nel campo della fisioterapia, della riabilitazione e della terapia antalgica.
L’obiettivo dell’azienda Dreamed, che lo distribuisce, è quello di reclutare forza vendita per il posizionamento del prodotto in varie realtà come centri di riabilitazione, società sportive e simili sia nel pubblico sia nel privato.
Con la GIBA, da anni stiamo portando avanti il progetto del dual carrier, che ha come obiettivo quello dell’inserimento nel mondo del lavoro di atleti ed ex atleti. In questo ambito, l’opportunità offerta dalla Dreamed si sposa perfettamente con la missione della nostra associazione.
Per le persone interessate è previsto un percorso molto serio e professionale di formazione, nel corso del quale uno staff tecnico preparerà i futuri venditori del prodotto.
La serietà dell’offerta è provata anche dall’inquadramento come agente di vendita, con i seguenti benefit:
- Euro 750 base, come rimborso spese;
- 8% di provvigione su ogni contratto concluso (il valore di mercato di Pronexibus è di oltre 20.000 euro);
- periodo di prova di 3 mesi, al termine dei quali se non si fosse concluso nessun contratto di vendita del macchinario, l’incarico decade automaticamente.
Nell’ambito della serietà del progetto, ho voluto personalmente provare gli effetti di Pronexibus e lo ritengo molto efficace, visto che anche con un fisico come il mio, logorato da anni di allenamenti, un infortunio è stato assorbito in maniera rapida e con poche sedute.
Per questo, in perfetta coerenza con gli obiettivi della GIBA, mi sento di caldeggiare il progetto proposto da Gruppo Fema e Dreamed, finalizzato al lancio sul mercato di Pronexibus, vedendolo come una ottima opportunità per tutti coloro i quali svolgono l’attività sportiva, ma vogliono costruirsi un percorso complementare o alternativo, agendo tra l’altro in un ambiente molto vicino a quello dello sport praticato.
Se volete saperne di più, siamo a vostra disposizione.
Mario Boni

2017_09_22 - Pronexibus 

Author: Giba

Lascia una risposta